Sicurezza cantieri

CANTIERI 
TEMPORANEI E MOBILI
Grazie al 1° Corso tenutosi presso l’Ordine degli ingegneri della Provincia di Milano (120 ore), l’Ing. Gian Paolo Ghiringhelli sin dal 1997 è Coordinatore della Sicurezza nei cantieri temporanei e mobili (CSP/CSE 494/96). Nel 2009 a seguito di riordino della materia con il nuovo Testo unico (DLgs 81/08) corso di aggiornamento (40 ore). Nel 2015 come aggiornamento professionale obbligatorio corso di aggiornamento (40 ore).
Numerose sono state le esperienze nel settore sia in ambito di lavori pubblici che privati.
In particolare GPG Ingegneria gestisce in qualità le seguenti fasi:

Numerose sono state le esperienze nel settore sia in ambito di lavori pubblici che privati.
In particolare GPG Ingegneria gestisce in qualità le seguenti fasi:

Studio preliminare del cantiere

ü  Analisi delle lavorazioni;

ü  Redazione del Cronoprogramma delle attività;

ü  Stima dei costi della sicurezza;

ü  Redazione dei Piani della Sicurezza PSC, POS, PIMUS;

Fasi di Cantiere

ü  Sopralluoghi;

ü  Coordinamento Sicurezza in fase di Esecuzione;

ü  Coordinamento in cantiere delle imprese operanti.

LUOGHI DI LAVORO

Nell’ambito dei luoghi di lavoro e della tutela della sicurezza dei lavoratori sono state maturate diverse esperienze in ambito Aziendale per la redazione dei Documenti di Valutazione dei rischi (DVR, DUVRI), per l’aggiornamento professionale dei dipendenti e per la formazione del personale addetto al servizio di prevenzione e protezione. Docenza a corsi sulla sicurezza.

IMPRESE

Numerosi sono stati i casi in cui la sicurezza dei cantieri è stata affrontata direttamente sotto la problematica delle imprese operatrici.
In particolare si è sviluppato un metodo per la redazione dei Piani Operativi di Sicurezza delle aziende (POS), ora gestito sulla base del Nuovo DECRETO INTERMINISTERIALE 9 settembre 2014  (Modelli semplificati per la redazione del piano operativo di sicurezza, del piano di sicurezza e di coordinamento e del fascicolo dell'opera nonché del piano di sicurezza sostitutivo)  partendo dall’analisi dettagliata delle attività svolte, delle risorse impiegate in termini di uomini e di macchine e della tutela dei lavoratori esposti ai rischi e pertanto soggetti a sorveglianza sanitaria.